Avvenire di Calabria

Un viaggio con padre Pietro Ammendola alla scoperta del Venerabile reggino

Padri Cappuccini, chi era davvero Gesualdo da Reggio? [VIDEO]

Lo scorso 14 aprile sono stati celebrati i 150 anni dall'apertura della Causa di Beatificazione

di Federico Minniti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Chi era davvero padre Gesualdo Malacrinò? Padre Pietro Ammendola, attuale guida dei minori cappuccini della Calabria, ci conduce in un racconto intimo del frate, ritenuto il Custode del culto della Madonna della Consolazione a Reggio Calabria.

«Al suo funerale partecipò tutta la città. Fu come durante la festa Patronale: si stava piangendo un Santo»

Padre Pietro Ammendola - Provinciale Frati Minori Cappuccini della Calabria

Se vuoi leggere l'approfondimento, sfoglia l'edizione digitale di Avvenire di Calabria [CLICCA QUI]

Articoli Correlati

Monsignor Morrone prega sulla tomba di don Italo Calabrò

Il vescovo si è recato sulla tomba di don Italo Calabrò: oggi ricorrono i 31 anni dalla morte del sacerdote. Pomeriggio, alle 18, la messa in suffragio sarà celebrata da monsignor Vittorio Luigi Modello a Casa Gullì. Morrone, durante la sua omelia di insediamento, aveva indicato don Calabrò tra i testimoni di servizio ecclesiale della diocesi.

Monsignor Fortunato Morrone prenderà possesso della Concattedrale di Bova

Grande trepidazione nel borgo dell’Area grecanica reggina dove domenica arriverà il nuovo pastore. Il presule pitagorico rivolgerà una preghiera particolare al compatrono della diocesi, San Leo. Alle 10, previsto un incontro con le autorità e subito dopo il rito di presa di possesso canonico della Concattedrale dell’Isodia.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.