Avvenire di Calabria

Un messaggio carico di affetto e di stima è quello che Papa Francesco ha inviato al direttore e alla redazione di “Parola di Vita”

Papa Francesco scrive al settimanale diocesano di Cosenza: «Continuate l’evangelizzazione»

Le parole del Pontefice arrivano in occasione dei 500 numeri del settimanale: «Zelo e professionalità mediante i mezzi di comunicazione sociale»

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

«Continuate l’evangelizzazione con zelo e professionalità». Un messaggio carico di affetto e di stima è quello che Papa Francesco ha inviato al direttore e alla redazione di “Parola di Vita”, il settimanale di informazione dell’Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano. Le parole del Pontefice arrivano in occasione dei 500 numeri del settimanale. Una missiva molto significativa che è stata pubblicata sul numero uscito ieri.
«Imparto di cuore – ha scritto Papa Francesco – l’implorata Benedizione Apostolica perché continuino con zelo e professionalità l’impegno dell’evangelizzazione mediante i mezzi di comunicazione sociale, testimoniando con gioia Gesù Cristo che è Via, Verità e Vita».
Con grande gioia il direttore del settimanale, don Enzo Gabrieli, ha comunicato ai lettori il messaggio del Pontefice «scritto di suo pugno». Quella missiva è per don Enzo e per tutta la redazione «il suo incoraggiamento per un impegno a servizio dell’evangelizzazione che abbia le caratteristiche della missione e della professionalità. Siamo grati - ha evidenziato il direttore - al Santo Padre che ci ha fatto questo dono mentre varchiamo il traguardo dei 500 numeri pubblicati. A Lui vogliamo rinnovare il nostro affetto, assicurare la nostra preghiera e il nostro desiderio di continuare in questa missione ecclesiale per essere segno di quella Chiesa che deve “uscire” per andare incontro agli uomini del nostro tempo per ascoltarli e offrire loro l’annuncio della Gioia che sgorga Vangelo. Grazie Santo Padre».
Un ringraziamento a don Enzo e a tutti i giornalisti è stato espresso anche dal vescovo Francesco Nolè, che dalle pagine del nuovo numero di “Parola di Vita” ha voluto sottolineare « il lavoro puntuale, silenzioso, nascosto, a volte poco compreso che richiede tanto sacrificio, tanta passione e tanta professionalità che avete acquisito e dimostrato in questi anni». Monsignor Nolè ha espresso la sua gioia e gratitudine anche per il messaggio del Papa.

Articoli Correlati

Catechisti, il documento del Papa istituisce un ministero

Catechisti, non prof. È svolta educativa

Il Motu proprio e il ministero di chi prepara ai sacramenti. Riccardo Maccioni, caporedattore e responsabile dell’informazione religiosa del quotidiano Avvenire analizza il documento del Papa che istituisce il ministero del catechista. Per Maccioni, tra gli effetti benefici del Motu proprio c’è «proprio la sottolineatura dell’importanza del ruolo del catechista».

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.