Avvenire di Calabria

Tutti promossi gli uomini utilizzati da mister Karel Zeman

Reggina – Casertana, le pagelle del 3-0 amaranto

Enzo La Piana

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Prova di qualità da parte di tutta la squadra, che inizia positivamente dal Granillo e con un netto successo, la rincorsa verso la salvezza.

Le pagelle

Sala 6 Una prestazione la sua di tutta tranquillità, senza patemi d’animo.

Gianola 6,5 Più pronto e reattivo. Vigile al primo accenno di pericolo.

De Vito 6,5 Lottatore ed autoritario mantiene la posizione, dando sicurezza al reparto arretrato.

Kosnic 6 Attento e tempestivo nell’azione più pericolosa degli ospiti.

Romanò 6 Ha sofferto la posizione,mettendoci senso tattico e sacrificio. Dal 20’ st Maesano 6 Ha svolto diligentemente il suo compito.

Botta 7 Prestazione ineccepibile, puntuale nelle chiusure,orchestra con estrema intelligenza, dando sicurezza a tutta la squadra.

De Francesco 6,5 Ha dato solidità alla mediana amaranto, freddo ed impeccabile nell’escuzione del rigore che chiude il match.

Bangu 7 Sblocca il risultato con il suo acuto ed ispira il raddoppio. Dal 28′ st Knudsen s.v.

Porcino 6,5 Ha interpretato alla perfezione la gara, sia in fase difensiva che offensiva, offrenedo una palla perfetta a Coralli per il raddoppio.

Coralli 6,5 Sempre attivo,alla continua ricerca del momento e dell’occasione giusta per colpire.Sbaglia la prima,ma non la seconda, che regala il 2-0 alla squadra, si procura il rigore realizzato De Francesco.

Bianchimano 6 Punto di riferimento per i compagni, tiene in apprensione la difesa ospite che non gli risparmia entrate pesanti. Dal 37′ st. Leonetti s.v.

Articoli Correlati

Monsignor Morosini chiama Mario Situm: «Grazie»

Dopo la gara di venerdì scorso a Venezia, l’amministratore apostolico di Reggio Calabria ha chiamato l’ala sinistra della Reggina. Il calciatore aveva dedicato il gol e la vittoria a Gesù: «Hai avuto coraggio: il coraggio dei semplici» ha detto il presule.