Avvenire di Calabria

Tre sacerdoti dell'arcidiocesi reggina-bovese sono stati scelti dai propri confratelli per guidare l'organo collegiale

Reggio – Bova, il Consiglio presbiterale elegge il direttivo

Il direttivo del Consiglio presbiterale collabora con l'arcivescovo per organizzare e promuovere l'attività del Consiglio

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Consiglio presbiterale di Reggio - Bova elegge il proprio direttivo. Tre sacerdoti dell'arcidiocesi reggina-bovese sono stati scelti dai propri confratelli per comporre l'organo collegiale.

Reggio-Bova, ecco il nuovo direttivo del Consiglio presbiterale

Durante l'ultima riunione del Consiglio presbiterale dell'arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova sono stati eletti i componenti del direttivo del Consiglio stesso. I sacerdoti individuati dai propri confratelli sono don Angelo Battaglia, don Gaetano Galatti e don Simone Vittorio Gatto. Inoltre, don Galatti è stato eletto Segretario del direttivo. Il direttivo del Consiglio presbiterale collabora col vescovo per organizzare e promuove l'attività del Consiglio in seno all'arcidiocesi.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Chi sono gli eletti?

Don Angelo Battaglia, sacerdote reggino 44enne, è stato ordinato il 1 luglio del 2006. Attualmente è il padre spirituale del Seminario arcivescovile "Pio XI" di Reggio Calabria, nonché consulente ecclesiastico UCI Tecnici Calabria e assistente ecclesiastico per la Zona Fata Morgana dell'Agesci reggina. In passato è stato parroco di Brancaleone.

Don Gaetano Galatti, sacerdote reggino 50enne, è parroco di Santa Maria del Divino Soccorso e vicario foraneo per Reggio Sud. In passato ha ricoperto il ruolo di Economo diocesano. È stato ordinato sacerdote il 2 luglio 2005.

Don Simone Vittorio Gatto, sacerdote reggino 37enne. Prete dal 27 giugno 2009; è parroco a Santa Maria della Misericordia a Salice Calabro. Ricopre anche l'incarico di direttore dell'Ufficio famiglia e dell'Ufficio matrimoni, è stato vicerettore del Seminario arcivescovile Pio XI di Reggio Calabria e già segretario del Consiglio presbiterale diocesano.

Da sinistra: don Angelo Battaglia, don Gaetano Galatti e don Simone Vittorio Gatto

PER APPROFONDIRE: Cammino sinodale delle Chiese che sono in Italia: le tappe


La composizione del Consiglio presbiterale

Il Consiglio presbiterale dell’arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova, per il quinquennio 2021-2026, sarà composto da 9 membri di diritto e da 24 membri eletti. A questi si aggiungono i membri nominati per volontà dell’arcivescovo metropolita, monsignor Fortunato Morrone. I membri di diritto sono il vicario generale, don Pasqualino Catanese; il moderatore di Curia, monsignor Angelo Casile; i vicari episcopali, don Pietro Sergi e don Francesco Megale. E ancora, il vicario giudiziale, canonico Demetrio Sarica, il rettore del Seminario arcivescovile don Antonino Pangallo; il direttore dell’Ufficio catechistico, don Antonio Bacciarelli; il direttore dell’Ufficio liturgico, don Nicola Casuscelli e don Antonino Russo, vicedirettore della Caritas.

Tra i membri eletti, 8 sono scelti dal presbiterio: don Marco Scordo, don Simone Gatto, don Angelo Battaglia, don Valerio Chiovaro, don Antonino Sgrò, don Nuccio Cannizzaro, don Mimmo Cartella, monsignor Giacomo D’Anna. Poi undici membri eletti sono “espressione” delle vicarie. Si tratta di don Paolo Ielo (Reggio Centro), padre Domenico Seminara (Reggio Nord), del canonico Salvatore Santoro (Reggio Sud), padre Giuseppe Calogero (Bagnara- Scilla), don Francesco Panuccio (Villa San Giovanni). Ed ancora: don John Leula (Gallico-Catona), don Giuseppe Dieni (vicaria Sant’Agata), don Domenico Morabito (Valanidi), don Roberto Aparo (Pellaro), don Danilo Nocera (Melito Porto Salvo), don Ivan Iacopino (Bova).

Monsignor Antonello Foderaro è il membro eletto dal Capitolo metropolitano. I quatto membri del Consiglio presbiterale diocesano eletti tra i religiosi sono, invece, padre Gabriele Bentoglio, padre Giancarlo Graziola, padre Antonio Carfì e padre Sergio Ucciardo.

Infine, i cinque membri nominati per volontà dell’arcivescovo Fortunato sono don Michele D’Agostino, don Gaetano Galatti, don Stefano Iacopino, don Antonio Giuseppe Ielo e don Umberto Lauro. Per il quinquennio 2021-2026, è stato definito anche il collegio dei consultori. Vi fanno parte don Catanese, don Bacciarelli, don Battaglia, don Galatti, don Lauro, il canonico Sarica e padre Seminara.

Articoli Correlati

Scilla e la devozione per San Rocco

La Chiesa celebra oggi San Rocco, tra i santi più illustri del secolo XIV e uno dei più cari a tutta la cristianità. Da quasi sei secoli, la comunità di Scilla, rinnova il suo legame con il Santo Patrono.

Oggi è la festa dell’Assunta: ecco cosa si celebra

Ferragosto, apice dell’estate, è in realtà una solennità molto sentita dai cristiani. Si tratta di una fra le più antiche feste mariane. La Vergine Assunta, recita il Messale romano, è primizia della Chiesa celeste