Avvenire di Calabria

Coinvolti giovani e adulti dei gruppi e movimenti laicali diocesani, l'appuntamento di riflessione e preghiera si terrà sabato 4 giugno

Reggio Calabria – Bova, sabato la Veglia diocesana di Pentecoste

La novità: dopo circa 50 anni, la principale area mercatale di Reggio Calabria ospiterà un momento di preghiera. Sarà presieduto dall'arcivescovo Morrone.

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

È tutto pronto per la Veglia diocesana di Pentecoste di sabato, organizzata dall’arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova. Quest’anno avrà come tema e stile la sinodalità. Un “cammino” che coinvolgerà diversi "luoghi simbolo” della città di Reggio Calabria.

«Quando la Chiesa cammina c’è Pentecoste» è lo slogan che, sabato 4 giugno, accompagnerà la Veglia di Pentecoste, organizzata dall’arcidiocesi di Reggio Calabria – Bova, con il coinvolgimento e l’animazione dei giovani e degli adulti dei gruppi e dei movimenti laicali diocesani.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Lo slogan richiama il cammino sinodale che sta coinvolgendo tutta la Chiesa, anche la comunità reggina – bovese. Non è un caso che oltre a Piazza del Popolo, dove alle 20.30, si terrà il momento conclusivo con la liturgia presieduta dall’arcivescovo metropolita Morrone, la Veglia di Pentecoste coinvolgerà alcuni luoghi simbolo della città di Reggio Calabria.

Sono sette i luoghi scelti, ciascuno dei quali richiama un dono dello Spirto incarnato in un ambito concreto di testimonianza dei cristiani. Da questi posti i diversi gruppi partiranno con tappa finale, appunto, Piazza del Popolo. L’area del mercato quotidiano è anch’esso un luogo "simbolo" della vita sociale e di incontro multiculturale della comunità reggina. Per la prima volta, dopo 50 anni, ospiterà una liturgia.

La Veglia diocesana di Pentecoste si articolerà come un vero e proprio “cammino”, in cui ciascuno porterà la propria esperienza, fatta di impegno e testimonianza. Le 7 aree scelte, presso cui si raduneranno fin dalle 18 i vari gruppi partecipanti, richiamano temi significativi per la vita delle persone.

Veglia di Pentecoste a Reggio Calabria, temi e luoghi

Il tema della povertà, accompagnato dal dono dell’"Intelletto", sarà oggetto di riflessione presso la Comunità d’accoglienza Giovanni Paolo II. Presso la Chiesa Battista si rifletterà sul dialogo tra le religioni, accompagnati dal dono del "Consiglio". Del Creato si parlerà presso l’area del Waterfront, dove ad accompagnare la riflessione, sarà il dono del "Timor di Dio".

Il tema della Politica, invece, accompagnerà la riflessione sostenuta dal dono della "Sapienza", presso Palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale. Il tema del dolore, accompagnato dal dono della "Pietà", vedrà quale luogo “simbolo” gli Ospedali Riuniti. Cultura ed educazione è il tema della riflessione sostenuta dal dono della "Scienza", che si terrà al Polo culturale Mattia Preti di Palazzo Campanella. Infine, presso la sede dell’Agenzia dei Beni Confiscati si rifletterà sul tema del lavoro, accompagnati dal dono della "Fortezza".  

In questi sette luoghi della città di Reggio Calabria scelti per la Veglia diocesana di Pentecoste, dalle 18 saranno presenti ragazzi e giovani di diverse aggregazioni laicali, sostenuti dagli adulti, che rifletteranno e porranno domande in ascolto dello Spirito, per comprendere come vivere da cristiani quei luoghi e quei temi. Il dialogo tra le generazioni accompagnerà la riflessione.

L’”incontro” a Piazza del Popolo

I temi affrontati e le testimonianze saranno oggetto delle sintesi che sarà fatta nel luogo d’”incontro”, ossia Piazza del Popolo. La celebrazione liturgica delle 20.30, presieduta dall’arcivescovo di Reggio Calabria – Bova, Fortunato Morrone, si snoderà alternando brani biblici, riflessioni sinodali, canto e dialogo intergenerazionale, animato da giovani e adulti dei vari gruppi e movimenti laicali della diocesi.


PER APPROFONDIRE: Ascensione di Gesù al Cielo, non un addio ma presenza viva ed eterna


La Veglia diocesana di Pentecoste diventa, così, occasione per unirsi non solo nella preghiera, ma attraverso il confronto e la condivisione di esperienze diverse, per crescere – allo stesso tempo – come Chiesa e comunità.

Articoli Correlati

La migrazione è ricchezza anche per chi accoglie

La migrazione può essere ricchezza per chi accoglie? In vista della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato che si celebra il 25 settembre, il Papa ci offre tanti spunti di riflessione.