Avvenire di Calabria

Iniziative e programmazione: al via una settimana ricca di spunti per i ragazzi degli oratori e delle associazioni giovanili reggine.

Ripartono le attività sportive del Csi Reggio Calabria

Soddisfatti i dirigenti locali dell'Ente di promozione: «Ci sono partite e partite. Quella dell'educazione va giocata ad ogni costo»

di Paolo Cicciù *

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ripartono le attività sportive del Csi Reggio Calabria. Iniziative e programmazione: al via una settimana ricca di spunti per i ragazzi degli oratori e delle associazioni giovanili reggine. Soddisfatti i dirigenti: «Ci sono partite e partite. Quella dell'educazione va giocata ad ogni costo».

Riparte il Csi Reggio Calabria

La pandemia ha rafforzato l’importanza sociale dello sport, la sua funzione inclusiva, di partecipazione, di cittadinanza e l’impatto sul benessere psico-fisico dei cittadini, soprattutto dei più piccoli.

All’interno del progetto “Sport City Day”, promosso dalla Fondazione SportCity, di concerto con le amministrazioni locali aderenti all’iniziativa, tra giovedì 16 e domenica 19 Settembre è andato di scena anche a Reggio Calabria la prima giornata nazionale italiana dedicata alla sportivizzazione delle città e degli spazi urbani.

L’idea è stata quella di promuovere iniziative sportive e culturali per trasformare le Città attraverso la pratica sportiva ed il gioco. Significativa la rete messa in campo dal Csi Reggio Calabria.

Giovani atleti, allenatori, istruttori e tante famiglie in campo per recuperare l'incredibile bellezza dei “luoghi dello sport”. Impianti sportivi aperti a tutti, piazze e strade diventate, per l’occasione, palestre a cielo aperto.

Giovedì pomeriggio, l’area sportiva all’aperto, realizzata dal Csi nel quartiere di Pellaro, ha ospitato il “Reggio Basket City”, un torneo giovanile Street Basket 3 vs 3. È stata un’esperienza significativa per tantissimi ragazzi che hanno potuto “ridare vita” ad uno spazio, nella zona adiacente il PalaColor, spesso “ostaggio” di gesti di violenza urbana, micro criminalità e spaccio.

Lo sport può e deve riabilitare gli spazi anche attraverso i suoi ragazzi.

Domenica mattina, il lungomare ed il parco giochi di Pellaro, hanno ospitato le bambine e ragazze della Ginnastica Ritmica tra la bellezza e la perfezione del gesto e la spettacolarità delle scintillanti esibizioni artistiche. Una mattina aperta a tutti con tantissime bambine entusiaste per aver scoperto questa disciplina.  


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Nel pomeriggio di domenica, spazio all’Open Day di Pallacanestro. Settanta atleti, all’interno del Palacolor di Pellaro, hanno dato vita ad una vera e propria festa della Pallacanestro targata Csi.

Un modo concreto per ripartire, in attesa del Campionato Nazionale di Pallacanestro promosso dal Centro Sportivo Italiano. Nel pieno rispetto dei protocolli Covid, famiglie, bambini e giovani in campo per dare un forte segnale di ripartenza.

Grazie alle società sportive che hanno scelto di prendere parte a questo impegnativo ma, significativo, percorso: Fortitudo, Basket Pellaro, Restart, Jumping Basket, Evergreen, Villa San Giovanni Basket e Bagnara Basket.

La tre giorni, ha anticipato la pubblicazione ufficiale della programmazione 2021 – 2022 del Csi reggino. “Ci sono partite e partite!”, tema dell’anno, racchiude in sé, la bellezza, l’impegno e la vision del Comitato ciessino. 


PER APPROFONDIRE: Il Csi assieme all’Università per un progetto internazionale


In questi anni, il Comitato ha imparato che le partite non sono tutte uguali. Ci sono partite da giocare ad ogni costo, partite a cui non prendere parte e altre da vincere assolutamente: diritto al gioco, partecipazione, aggregazione, integrazione, giustizia sociale. Vincere queste gare, per tutti i volontari del Csi, è la sfida quotidiana, l’impegno di un anno intero, forse di tutta una vita. 

Il Csi ha scelto, in questo anno (speriamo) della ripartenza, di ri- pensare ad una proposta sportiva che partisse dal basso, che ripensasse i “cortili e le piazze” come luoghi dello gioco e delle relazioni. Al centro di tutto ci sono i giovani, i più piccoli, gli emarginati e gli esclusi, tutti quei ragazzi (4 su 10 e 6 su 10 tra le ragazze) che senza un motivo abbandonano la pratica sportiva.

È l’anno in cui la “Comunità” deve ritornare ad essere valore aggiunto, luogo del cambiamento.  L’impegno sociale anche attraverso lo sport non è una moda da seguire, una targa da consegnare, un post da condividere, una donazione da fare o uno spettacolo a cui partecipare. Lo sport, inteso come strumento educativo, di partecipazione sociale e di cittadinanza, deve essere recepito da tutti come bene essenziale per tanti giovani e ragazzi, per le famiglie, per le scuole e per le nostre società sportive.

Questo nostro percorso ed impegno culturale, afferma con forza il Consiglio Provinciale Csi, trova radici, in questa stagione 2021/2022, nell’idea della “Polisportività popolare”, cioè nella capacità di arrivare a tutti, nessuno escluso: pallavolo, pallacanestro, calcio, corsa, padel, mountain bike, sport di strada, ginnastica ritmica e tennis tavolo sono gli strumenti per portare avanti la nostra idea di sport.  Un’idea che, dal prossimo mese di ottobre e fino a maggio 2022, nelle diverse località del nostro territorio coinvolgerà piccoli e grandi, enti ed associazioni, famiglie e volontari.  

Altro pilastro della proposta Csi è rappresentato dall’itinerario formativo. Corsi, stage, campus, clinic, webinar e il desiderio di mettere in campo itinerari che possono far crescere le competenze, l’appartenenza e soprattutto la voglia di stare, tutti insieme, dalla parte giusta. Anche nel gioco e nello sport, è arrivato il momento della coerenza, della responsabilità e della partecipazione quali valori da cui ripartire.


* Presidente provinciale del Csi Reggio Calabria

Articoli Correlati

Giudice Viola

Oggi un premio alla memoria per il giudice Viola

Oggi, alle 10, presso l’aula magna del Dipartimento Digies dell’Università Mediterrana si terrà la terza edizione del Premio intitolato alla memoria del prof. Vincenzo Panuccio. Il premio sarà ritirato dal figlio del premiato, il magistrato dott. Piero Viola.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.