Avvenire di Calabria

Da don Mottola a monsignor Ferro. E ancora: Mamma Natuzza, monsignor De Lorenzo e Concetta Lombardo

Santità in Calabria, presentato il nuovo libro di padre Triulcio

Queste le storie raccontate da padre Pasquale Triulcio nel suo nuovo libro sulle figure di santità in Calabria

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Da don Mottola a monsignor Ferro. E ancora: Mamma Natuzza, monsignor De Lorenzo e Concetta Lombardo. Queste le storie raccontate da padre Pasquale Triulcio nel suo nuovo libro sulle figure di santità in Calabria.

Padre Triulcio ha presentato il suo nuovi libro sulla santità in Calabria

Nella bella cornice della Cittadella dell’Immacolata si è svolta una tavola rotonda sul libro di padre Pasquale Triulcio (Pfi) “Brilleranno come stelle per sempre. Storia di cinque semi caduti sulla terra buona di Calabria”, edizioni Kaleidon.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Il prof. Enzo Zolea, con grande capacità comunicativa ha sottolineato alcuni tratti caratteristici delle 5 figure descritte nel volume: Don Francesco Mottola, Natuzza Evolo, Mons. De Lorenzo, Mons. Giovanni Ferro, Concetta Lombardo.

Su quest'ultima si è soffermata la dottoressa Campos, sottolineandone la straordinaria attualità. L’incontro introdotto in modo profondo e  comunicativo da Sorella Katia Arillotta e da suor Teresa Wamaguru, è stato moderato con maestria da Stefano Iorfida, presidente dell’Anassilaos.


PUÒ INTERESSARTI ANCHE: La santità della porta accanto


L’evento che ha visto “il tutto esaurito” della sala conferenze di piazza p. Kolbe della Cittadella, si è concluso con l’auspicio che la ricerca dell’autore possa continuare, mettendo in luce ulteriori figure della nostra bella chiesa calabrese.

Articoli Correlati

Oggi è la festa dell’Assunta: ecco cosa si celebra

Ferragosto, apice dell’estate, è in realtà una solennità molto sentita dai cristiani. Si tratta di una fra le più antiche feste mariane. La Vergine Assunta, recita il Messale romano, è primizia della Chiesa celeste