Avvenire di Calabria

Il Comune di Reggio Calabria ha concesso il patrocino morale alla manifestazione sportiva “Muover-Si”, il villaggio itinerante che farà tappa nella nostra città fino a domani

Sport e disabilità, il Coni promuove un progetto per le discipline paraolimpiche

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Comune di Reggio Calabria ha concesso il patrocino morale alla manifestazione sportiva “Muover-Si”, il villaggio itinerante che farà tappa nella nostra città fino a domani. Organizzato da Msp Italia, ente riconosciuto dal Coni, con il Fondo per il finanziamento di Progetti e attività d'interesse generale nel terzo settore, prevede lo svolgimento di diversi sport paraolimpici. L’evento reggino vede la collaborazione dall’Associazione sportiva dilettantistica "RC Basket in carrozzina" che, attraverso una nota stampa, raccoglie il plauso dell’assessora allo Sport Giuggi Palmenta e dell’assessore al Welfare, Demetrio Delfino, presenti all’inaugurazione dell’iniziativa.

«Abbiamo ritenuto di concedere il patrocinio morale al progetto Nazionale “Muover-si” – ha detto l’assessora Palmenta - per la forte valenza educativa e formativa che è insita nell'iniziativa stessa. Il riconoscimento sociale e educativo dello sport si coniuga al benessere psicofisico della persona e a questo, nel caso specifico si unisce la promozione dello sport come diritto di cittadinanza».

«Siamo fermamente consapevoli – ha concluso l’assessora Palmenta - del fatto che la pratica e la partecipazione sportiva non abbia limiti e cogliamo l'occasione per fare i complimenti all'Asd Basket in Carrozzina, coinvolta nel progetto».

L’assessore alle Politiche sociali, Demetrio Delfino, ha formalmente preso l’impegno «d’attivare lo sportello per l’avviamento allo sport sulla disabilità e, contestualmente, il censimento delle persone disabili che non fanno attività». «Un’azione importantissima - l’ha definita Delfino - per sensibilizzare le famiglie a trovare un’alternativa nelle sane pratiche dello sport per realizzare, formare e favorire l’inclusione sociale dei loro figli». L’assessore al Welfare ha, poi, illustrato le attività poste in essere dall’amministrazione comunale: dal “Bando resilienza” che «da possibilità, alle associazioni sportive, di mettere in essere dei progetti ricadenti sul territorio tramite contributi Europei, all’approvazione in giunta del “Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche” fino ai Piani di zona immaginati per mappare le criticità sul territorio».

In conclusione, Palmenta e Delfino hanno espresso piena soddisfazione per un «confronto civile, serrato e ricco di contenuti».

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.