Avvenire di Calabria

Le telecamere della Tv dei vescovi italiani trasmetterà la recita del Rosario dalla Cattedrale reggina

Su TV2000 sarà trasmesso il Rosario dal Duomo di Reggio Calabria

L'appuntamento sarà trasmesso mercoledì 6 aprile a partire dalle 20.50

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Basilica cattedrale Santa Maria Assunta di Reggio Calabria andrà in onda sulle frequenze di TV2000, la televisione della Conferenza episcopale italiana.

Mercoledì 6 aprile il noto appuntamento di TV2000 “Prega con Noi” farà tappa con le proprie telecamere all’interno del Duomo di Reggio Calabria. Trasmetteranno la recita del Santo Rosario.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Il momento di preghiera sarà presieduto dall’arcivescovo metropolita di Reggio Calabria - Bova, monsignor Fortunato Morrone. Chiunque - fedeli, famiglie, comunità religiose - avrà modo così di unirsi in preghiera, anche a diverse migliaia di chilometri di distanza, in comunione con gli altri fedeli presenti nella Cattedrale di Reggio Calabria.


PER APPROFONDIRE: La consacrazione di Russia e Ucraina a Maria. Ecco la preghiera del Papa


La recita del Santo Rosario da Reggio Calabria sarà trasmessa a partire dalle 20.50 su TV2000, canale 28 del digitale terrestre, presente anche sul bouquet Sky al canale 157. Contestualmente, sarà visibile anche sulla pagina Facebook dell'emittente e, in radiodiffusione sul circuito radiofonico della Conferenza episcopale italiana, InBlu2000.

Articoli Correlati

Padre Mundjo Benoit riceve la cittadinanza onoraria di San Roberto

Si è spento padre Mundjo Benoit, domani le esequie a San Roberto

Il sacerdote Wilondja Mundjo Benoit, di origini congolesi, ha concluso ieri la sua vita terrena. Era il pastore della comunità di San Roberto (Reggio Calabria) dal 2002. Prima era stato vicario parrocchiale nella parrocchia San Pio X al Santuario di Modena. Si è sempre distinto per i suoi tratti umani e per la sua grande bontà. Era anche punto di riferimento per la comunità congolese a Reggio Calabria.