Tra «spartenze» e ritorni: esperienze a confronto – avveniredicalabria

avveniredicalabria

Il dibattito online è stato organizzato per questo pomeriggio dal laboratorio politico Patto Civico

Tra «spartenze» e ritorni: esperienze a confronto

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Si terrà oggi venerdì 8 gennaio, alle ore 18,00, l’incontro “Tra Spartenze e Ritorni: Esperienze a confronto”, promosso dal Laboratorio politico Patto Civico nell’intento di offrire un’occasione di riflessione su tematiche d’interesse per il territorio.

L’iniziativa prevede l’intervento del prof. Giuseppe Sommario, ricercatore dell’Università Cattolica di Milano e direttore del Piccolo Festival delle Spartenze che narra "ragioni e sentimenti, storie e racconti, di chi parte, di chi resta, di chi arriva e di chi torna”. Interverranno anche Laura Surace, ricercatrice presso l’istituto Pasteur di Parigi e Sergio Gaudio, professore del Pasadena City College e già ricercatore del Team Supernova Ligo, entrambi calabresi che prestano la propria opera fuori dall'Italia conservando il legame con la terra d'origine. Concluderà il Magnifico Rettore dell'Università Mediterranea Santo Marcello Zimbone.

L'incontro riprende il tema affrontato dal Lp – PC già nell’estate del 2019, con la Tavola Rotonda "Lontani ma vicini. Reggio chiama Reggio … i giovani rispondono", volta a promuovere la cultura del confronto e della collaborazione tra i reggini “fuori sede” e la città.

Modera l’incontro Elisa Barresi, giornalista di Lacnews24.it e IlReggino.it.
Sarà possibile partecipare in diretta all’evento, collegandosi con il link sulla pagina facebook del Laboratorio politico Patto Civico:
www.facebook.com/pattocivicoreggiocalabria

Il Comitato di Coordinamento del
Laboratorio politico Patto civico

Articoli Correlati

Tortorella (Patto Civico): una Sanità da ricostruire

«I cittadini hanno diritto di sapere. E chiedono che tutti i livelli politici locali, invece di rimpallarsi le responsabilità, promuovano un Tavolo stabile di lavoro per collaborare in modo continuativo, assumendo decisioni condivise»

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.