Avvenire di Calabria

La Domus Pacis di Assisi ospiterà, dal 26 al 29 agosto, i pellegrini da tutte le diocesi di Italia, compresa quella reggina

Un corso per aprirsi alla spiritualità missionaria

C'è ancora tempo per iscriversi: leggendo l'articolo si potrà scoprire come partecipare in presenza o in via telematica

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un corso per aprirsi alla spiritualità missionaria. Si terrà ad Assisi, dal 26 al 29 agosto 2021. Lo rende noto l'Ufficio missionario diocesano, diretto da don Yves Pascal Nyemb. Scopri come partecipare 👇

Un corso per aprirsi alla spiritualità missionaria

Torna l'appuntamento con le Giornate Nazionali di formazione e spiritualità missionaria in programma dal 26 al 29 Agosto 2021 ad Assisi. Giunte alla 19esima edizioni, saranno ospitate dalla Domus Pacis di Assisi. Il titolo dell'iniziativa è «Missionari di Speranza, testimoni e profeti».

Per chi desidera partecipare, come lo scorso anno,  in modalità on line, è possibile iscriversi al costo di 25 euro entro e non oltre il 21 agosto 2021 (cliccando qui). Verranno fornite via mail, i giorni antecedenti l’incontro, le istruzioni per seguirlo. In allegato il dépliant con il programma per la partecipazione in modalità  on line.

Per la partecipazione in presenza sono previste, nel rispetto delle normative, un massimo di 100 persone. Cliccando qui trovate le informazioni per prendere parte all’evento in presenza.

L'iniziativa

Siamo chiamati a guardare questo tempo che viviamo e la realtà che ci circonda con occhi di fiducia e di speranza. Dobbiamo esercitarci a saper leggere i «segni dei tempi».

Siamo certi che, anche nel mezzo della pandemia e delle crisi conseguenti che ci accompagneranno per molto tempo ancora, il Signore non ci ha mai abbandonato e continua ad accompagnarci. Il Regno di Dio, infatti, non è solo una promessa per un futuro che sentiamo ancora troppo lontano. Il suo Regno è già inaugurato, è già presente: ne sappiamo leggere i segni e, da autentici missionari di speranza, lo facciamo conoscere perché sia una speranza rigeneratrice per tutti.

Anche il messaggio di Papa Francesco per la Giornata Missionaria Mondiale ci esorta ad essere testimoni e profeti, con lo stesso coraggio di Pietro e Giovanni che, davanti ai capi del popolo e agli anziani, non hanno paura di dire: «Non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato» (At 4,20). Papa Francesco dice: «Nel contesto attuale c’è bisogno urgente di missionari di speranza che, unti dal Signore, siano capaci di ricordare profeticamente che nessuno si salva da solo».

Articoli Correlati

La visita di Morrone all'Hospice: «Basta attese»

La visita di Morrone all’Hospice: «Basta attese»

L’arcivescovo di Reggio Calabria-Bova, monsignor Fortunato Morrone ha visitato l’Hospice “Via delle Stelle”. Il Pastore della Chiesa reggina si è soffermato tra ammalati, parenti e personale sanitario senza stipendio da cinque mesi. Non è mancato il suo appello alle Istituzioni preposte.

Il santo del giorno del 27 luglio è san Pantaleone

Il santo del giorno del 27 luglio è san Pantaleone

San Pantaleone compare sia nel gruppo greco dei medici «anargiri» sia nel gruppo occidentale dei Quattordici Intercessori. Un santo che “unisce” la Laguna veneziana all’Area grecanica reggina. Scopri perché.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.