Avvenire di Calabria

La cerimonia si svolgerà sabato prossimo presso il Salone dei Lampadari a Palazzo San Giorgio

A Reggio Calabria la premiazione dei Maestri del Lavoro

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sabato 7 Maggio 2022, alle ore 10.00, presso il Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio- Piazza Italia-Reggio Calabria, saranno presentati alle Autorità Cittadine, nonché a tutte le Associazioni, i Maestri del Lavoro che il 1° Maggio c.a., nella città di Catanzaro, sono stati insigniti dal Prefetto della Stella al Merito del Lavoro con Decreto del Presidente della Repubblica.
Infatti il 1° Maggio, nel Palazzo del Governo, S.E. il Prefetto di Catanzaro Dott.ssa Maria Teresa Cucinotta, alla presenza di Autorità Civili e Militari, Politiche e Religiose e dei Prefetti delle altre province calabresi, ha conferito, nel corso di una sobria cerimonia, l’ambita e prestigiosa onorificenza a 22 Maestri del Lavoro calabresi per l’anno 2022, tra cui 6 della città metropolitana reggina.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Nell’occasione hanno assunto rilevanza significativa gli interventi precedenti la consegna delle Onorificenze di S.E. il Prefetto, del Responsabile della Direzione Territoriale del Lavoro Dott. Giuseppe Patania, in rappresentanza del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del Console Regionale dei Maestri del Lavoro Saverio Capria e della Dott.ssa Valeria Fedele, Consigliere Regionale in rappresentanza del Presidente della Regione Calabria Onorevole Roberto Occhiuto.

Sono stati da tutti sottolineati l’impegno, la partecipazione e la professionalità profusi nel mondo del lavoro dai nuovi insigniti i quali, grazie ad una progressiva evoluzione lavorativa, sono pervenuti al conseguimento di alti livelli di professionalità e di crescita umana e sociale.
I diversi interventi inoltre hanno rimarcato l’inalienabilità del diritto al lavoro a cui ogni uomo deve aspirare per poter affermare la propria dignità e garantire il benessere fisico e morale a se stesso ed alla propria famiglia.
I nuovi insigniti della Provincia di Reggio Calabria provengono da vari settori lavorativi, tutti con lunghe esperienze professionali.
I Maestri per l’anno 2022 sono: Cuzzola Francesca-Poste Italiane, Laganà Vincenzo – Hitachi Rail, PizzimentiDomenico – Hitachi Rail, Pucinotti Nicola – Diano Santo Eredi Cesare Diano, Rizzitano Carmine – Enel Global, Serva Gerardo – BNL BNPParibas.


PER APPROFONDIRE: I Maestri del Lavoro in preghiera alla chiesa del Soccorso


Durante la manifestazione del 7 maggio il Sindaco FF della Città Metropolitana Avv Carmelo Versace premierà i Maestri del Lavoro che, iscritti alla Federazione da vari decenni, sono testimoni della fedeltà alla Stella al Merito del Lavoro. I Maestri premiati sono: per i 10 anni Cereto Ignazio, De Stefano Paola, Ferraro Raffaele, Politi Vincenzo, Scordino Lorenzo, Spinella Demetrio, Tropeano Antonio; per i 20 anni FotiaPaola, Ravese Giuseppe, Scordo Giuseppe.
Inoltre il Sindaco FF della Città di Reggio Calabria, Dott. Paolo Brunetti consegnerà il San Giorgio D’Oro al Maestro del Lavoro Francesco Nisticò nell’ambito della convenzione che il Consolato ha in essere con il Comune di Reggio Calabria.
Alla Manifestazione sono stati invitati il Prefetto di Reggio Calabria Dott. Massimo Mariani, Il Sindaco ff della Città Metropolitana di Reggio Calabria Avv Carmelo Versace, il Sindaco ff della Città di Reggio Calabria Dott. Paolo Brunetti, la Direzione dell’Ispettorato del Lavoro della Regione Calabria, Il Presidente della Camera di Commercio Dott. Tramontana, i Responsabili delle Aziende degli insigniti.
La Manifestazione è patrocinata dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria e dall’Amministrazione Comunale di Reggio Calabria.

Articoli Correlati

Ecco i nuovi maestri del lavoro reggini

4 i maestri del lavoro per il 2020 e 8 per il 2021 della Città metropolitana di Reggio Calabria. Sono stati insigniti dal presidente Mattarella. Forse in autunno la cerimonia di consegna.