Avvenire di Calabria

Il riconoscimento assegnato al sacerdote reggino presidente dell'Istituto diocesano sostentamento clero

Il Premio Trapezomata 2021 a don Ernesto Malvi

di Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

C'è anche un sacerdote tra gli insigniti dell'edizione 2021 del Premio Trapezomata, è don Ernesto Malvi presidente dell'Istituto diocesano sostentamento clero e parroco della Chiesa di Santa Caterina Vergine e Martire di Reggio Calabria.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


La consegna del Premio culturale Trapezomata, giunto alla ventesima edizione, si è svolta nei giorni scorsi presso il Museo del Bergamotto di Reggio Calabria.

Il nome del premio, perché Trapezomata?

Perché il premio si chiama «Trapezomata». Il nome deriva dal greco è significa «tavolato», in omaggio a Santa Maria Assunta di Trapezomata, che si venerava nell’antica abbazia basiliana del IX secolo, i cui ruderi ricadono sul territorio di Armo nel comune di Reggio Calabria. «È un invito a riscoprire le nostre radici culturali per meglio costruire la nostra identità nel presente», spiega il presidente Antonino Morabito.

Anche quest'anno i Premi Trapezomata sono stati conferiti a personalità calabresi che si sono particolarmente distinte nei vari settori del sociale. «Al punto - ancora gli organizzatori - da essere per le nuove generazioni veri e propri esempi concreti di autentica capacità ed operosità, tipica dei calabresi».

Oltre ad don Ernesto Malvi, hanno ricevuto il premio Trapezomata il dottore Pietro Volpe, Direttore dell’U.O.C. Chirurgia Vascolare del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria; Rosy Perrone Segretario generale della Cisl Reggio Calabria; il dottore Sebastiano Macheda, Direttore dell’U.O.C. Terapia Intensiva e Anestesia del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria; l’Ingegnere Francesco Buccafurri, Professore Ordinario presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria; la professoressa Caterina Silipo, scrittrice; inoltre la Pro Loco Reggio Calabria – San Salvatore nella persona dell’ Architetto Valeria Varà e la Pro Loco di Cardeto nella persona del Presidente Santo Morabito.

Hanno condotto la serata di conferimento dei premi Trapezomata i presentatori Eugenia Galimi e Consolato Malara. È stata un'iniziativa non solo all’insegna della cultura, ma anche animata dal gruppo folk “La Ginestra”; dalle cantanti Aurora Petullà e Fabiana Princi e dai cantanti Ciccio Carere e Vincenzo Fazari.

Articoli Correlati

L'impegno della Caritas di Reggio Calabria nel post-lockdown

L’impegno della Caritas di Reggio Calabria nel post-lockdown

Conosciamo da vicino le numerose opere della Caritas dislocate sul territorio diocesano di Reggio Calabria – Bova. In particolare, va evidenziato il grande lavoro dei centri d’ascolto della Caritas diocesana che sono tre e con diverse ubicazioni in Città.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.