Avvenire di Calabria

Il direttore nazionale dell'Ufficio della Pastorale giovanile della Cei sarà collegato coi giovani reggini

La Pastorale giovanile di Reggio Calabria incontra don Michele Falabretti

Un'opportunità di confronto sul tema della sinodalità che sta attraversando il tempo della Chiesa

di Antonio Marino

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Pastorale giovanile di Reggio Calabria incontra don Michele Falabretti. Il direttore nazionale dell'Ufficio della Pastorale giovanile della Cei sarà collegato coi giovani reggini. Un'opportunità di confronto sul tema della sinodalità che sta attraversando il tempo della Chiesa italiana.

La Pastorale giovanile di Reggio Calabria incontra don Michele Falabretti

«…il corpo docente, ovvero i vescovi, non si basa esclusivamente sull’azione dello Spirito Santo sui vescovi; deve anche ascoltare l’azione dello stesso Spirito sul popolo di Dio». Questa frasetta, che il vescovo belga Monsignor Emiel-Jozef De Smedt pronunciò nel 1962, al tempo dell’apertura del Vaticano II, è una di quelle spine utili che, inconsciamente, stan pungolando i giovani e gli educatori nati alla fede in quel fazzoletto di Terra battezzato Reggio-Bova.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Non a caso, fin da prima che lo sconquasso pandemico tutto paralizzasse, l’ufficio diocesano di Pastorale Giovanile s’è fatto pellegrino presso le zone pastorali, incontrando ed ascoltando le équipes vicariali di PG, annotando gioie e dolori, suggerimenti e magari pure rimproveri! Diverse zone sono già state abbracciate, altre verrano accarezzate nell’immediato futuro.

Non a caso, ragionando attorno ad azioni concrete da mettere in campo per far della sinodalità uno stil di vita dei giovani e dei loro educatori, la PG diocesana ha elaborato un percorso che avrà in don Michele Falabretti, responsabile del Servizio Nazionale per la Pastorale Giovanile, il ciclista pronto a compiere lo scatto utile a cambiar marcia!

A sera del 22 febbraio, alle ore 19,15 ed esclusivamente su piattaforma Zoom, don Falabretti interverrà su “Sinodalità: semplice discussione o stile da assumere?”

Seguirà, quella stessa sera, il dibattito dal vivo; quindi, i frutti dell’incontro, diverrano orme di un percorso che coinvolgerà i gruppi giovanili, affinchè, unitamente agli spunti che mensilmente Padre Sergio Sala dona alla comunità diocesana ed ai numerosi e incisivi e chiari suggerimenti paterni e magisteriali del nostro Vescovo Fortunato, ogni giovane esistenza possa ritrovarsi con una cassettina degli attrezzi utile ad una revisione della propria regola di vita, in chiave essenzialmente sinodale…

Pertanto, preti ed educatori, animatori e responsabili di movimenti ed associazioni, che volessero partecipare, potranno contattare i numeri indicati in locandina, 3203725550 o 3498742837, per formalizzare l’iscrizione e ricevere, il 22 febbraio, il link per accedere al virtual salone!

Naturalmente, l’evento nasce anzitutto pensando a quel sogno che alberga nel cuor di ogni giovanil formatore: declinare la mia esperienza di fede in maniera universale…


PER APPROFONDIRE: Morrone incontra la Pastorale giovanile: «Ho bisogno di voi»


Tant’è che anche la novena di Natale 2021, elaborata dall’Ufficio PG diretto da don Michele D’Agostino, è stata costruita con le sollecitazioni sinodali di Papa Francesco: altro espediente utile per scoprire in noi stessi il fomite dell’essere, autenticamente insieme, un unico reggino-bovese Corpo del Crocifisso Risorto.

Insomma, impensabile sarà per ogni operatore pastorale chiamato dal buon Dio a lavorare nella giovanil vigna non esserci, puntuale e davanti allo schermo, alle ore 19,15 di martedì 22 febbraio: anche perché, se l’esercizio dell’ascolto formativo non lo esercitano i formatori, come potranno poi aver la pazienza del cuore per ascoltare i giovani loro affidati?

Articoli Correlati