Avvenire di Calabria

La soddisfazione dell'amministratore unico uscente dell'azienda del trasporto reggino Perrelli

Madonna della Consolazione in bus, in Atam «orgogliosi e emozionati»

di Francesco Chindemi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sabato mattina, la venerata Effigie della Madonna della Consolazione è giunta in Cattedrale in maniera insolita. A bordo di un bus scoperto dell'azienda del trasporto pubblico locale di Reggio Calabria. Per il secondo anno consecutivo, a causa del periodo ancora segnato dalla pandemia, la tradizionale processione non c'è stata. Il quadro della Madonna della Consolazione ha tuttavia lasciato il Santuario dell’Eremo, per raggiungere la Basilica Cattedrale proprio grazie al mezzo messo a disposizione dall'Atam.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


«Orgogliosi e anche emozionati, per aver potuto contribuire alle celebrazioni delle feste mariane, trasportando la Sacra Effige su un mezzo Atam». Francesco Perrelli, amministratore unico uscente si dice soddisfatto. Contento che la scelta sia ricaduta sull’azienda da lui guidata, per trasferire il quadro della Madonna della Consolazione dalla Basilica dell’Eremo in Cattedrale.

«Quando la diocesi ce lo ha proposto, non abbiamo esitato un solo istante. Abbiamo accettato, per il grande prestigio e onore che questa opportunità ha offerto ad Atam e ai sui dipendenti». È ormai da tantissimi anni, che l’azienda reggina del trasporto locale, il sabato della “discesa”, si occupa di accompagnare i portatori, dalla loro sede di ponte San Pietro all’Eremo. Oltre a garantire il servizio navetta per chi si sposta in città durante la processione della Madonna della Consolazione.


PER APPROFONDIRE: Madonna della Consolazione, l’inedito trasferimento e l’accoglienza in Duomo


Due anni fa, inoltre, un bus è stato personalizzato con un’immagine della Patrona e a lei intitolato. «Un rapporto - ancora Perrelli - che si è ulteriormente rafforzato, grazie a «questo trasporto davvero eccezionale». Motivo d’orgoglio, conclude l'ormai ex amministratore unico, «anche per i nostri autisti, la gran parte dei quali è devota alla Madonna della Consolazione».

Articoli Correlati

Morrone scrive agli studenti

Morrone scrive agli studenti: «Siate costruttori di un mondo umano»

La lettera inviata dal presule reggino in occasione dell’apertura dell’anno scolastico. L’invito a ripartire dopo il Covid: «Il desiderio di vivere insieme, di condividere una comune avventura, è grido insopprimibile dell’anima acutizzato dalla pandemia, segnalandoci che le relazioni sono come l’ordito e la trama che strutturano il nostro tessuto umano, il tuo»

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.