Avvenire di Calabria

Nei giorni scorsi l'arcivescovo di Catanzaro - Squillace, monsignor Maniago ha fatto visita alla Casa circondariale

Il vescovo Maniago incontra i detenuti di Catanzaro

Durante la sua presenza nell'Istituto di pena, il presule toscano si è soffermato a parlare con diversi detenuti

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nei giorni scorsi l'arcivescovo di Catanzaro - Squillace, monsignor Claudio Maniago ha fatto visita alla locale Casa circondariale. Durante la sua presenza nell'Istituto di pena, il presule toscano si è soffermato a parlare con diversi detenuti.

Catanzaro, l'incontro tra Maniago e i detenuti

L’Arcivescovo Claudio Maniago ha celebrato la “Giornata della Misericordia” nella Casa Circondariale “Ugo Caridi” del quartiere Siano di Catanzaro, accompagnato dall’ispettore generale dei cappellani don Raffaele Grimaldi e dal cappellano don Giorgio Pilò.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


ncontrando i detenuti, Mons. Maniago, ha voluto prendere spunto dal Cammino Sinodale avviato da Papa Francesco. “La Chiesa – ha detto l’Arcivescovo – non è qualcosa di astratto e tutti noi stiamo qui a dimostrare di essere la realizzazione di questo sogno di Dio che altro non è che una vita nuova del genere umano”.

Un incontro molto significativo, dunque, che ha anche fatto emergere un alto grado di attenzione e prossimità da parte degli ospiti della Casa Circondariale.


PER APPROFONDIRE: Catechesi e disabilità, un Vangelo senza barriere


Parlando della Pastorale carceraria, papa Francesco ha spiegato come «tutti sbagliamo nella vita, ma l’importante è non rimanere sbagliati».

«Senza una rivoluzione della tenerezza rischiamo di rimanere imprigionati in una giustizia che non permette di rialzarsi facilmente e che confonde la redenzione con la punizione. Oggi voglio ricordare i nostri fratelli e le nostre sorelle carcerati. È giusto che chi ha sbagliato paghi per il proprio errore ma altrettanto giusto che chi ha sbagliato possa redimersi. Non può esserci condanna senza una finestra di speranza» ha aggiunto papa Francesco.

Articoli Correlati

Le processioni del maestro Stellario Baccellieri

Conosciamo meglio l’artista reggino, conosciuto anche come il Pittore del Caffè Greco o il Pittore dei Caffè. Stellario Baccellieri ama ancora immortalare le processioni della sua Calabria.