Avvenire di Calabria

Si inizia oggi con un primo concerto alle 18.30 all'Università della Terza età

«Musica al centro», al via la stagione concertistica di AGimus

di Redazione web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Prenderà il via oggi, venerdì 24 settembre, la stagione concertistica 2021 organizzata dalla sezione dell’A.Gi.Mus., Associazione Giovanile Musicale della Città Metropolitana di Reggio Calabria, presieduta dal maestro Alessandro Bagnato

Il programma di AGimus

L'iniziativa culturale, che ha per titolo “La Musica al Centro”, voluta fortemente dal direttore artistico maestro Claudio Bagnato e curata anche dai componenti del direttivo Salvatore Silivestro e da Marica Foro,, avrà come primo illustre ospite il fisarmonicista M° Prof. Adolfo Zagari che con le sue dolci melodie inaugurerà la stagione concertistica 2021.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Per l’occasione il musicista reggino presenterà un ricco programma del grande compositore e lui stesso musicista Astor Piazzolla nel centenario della sua nascita, avvenuta appunto l’11 marzo 1921.

Il recital all'Università della Terza età

Il recital, che si terrà presso l’Università della Terza Età sita in via Willermin, delizierà i presenti con i brani del grande musicista argentino, scomparso nel 1992, ma che ha lasciato musiche che costituiscono pietre miliari nel panorama artistico internazionale.

Un incontro attesissimo, dopo circa un anno e mezzo di chiusura forzata, che si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anticontagio, che segnerà anche la ripartenza del sodalizio presieduto dal dr. Salvatore Modica, del direttivo e dei soci dell’Unitre di Reggio Calabria, con l’auspicio che tutte le attività possano riprendere nella massima sicurezza.

Gli altri appuntamenti musicali del cartellone di AGimus

Il ricco e variegato programma dell’A.Gi.Mus. proseguirà nel corso dell'anno con una serie di concerti, che si terranno sempre, ma non solo, presso l'Università della terza Età, che ha messo a disposizione la loro struttura per favorire tali eventi.

Un cartellone, che prevede 10 eventi, quello messo in piedi dalla sezione reggina dell'A.Gi.Mus., che annovera, oltre al M° Zagari, artisti e gruppi di primordine: dai chitarristi Antonio Barresi e Claudio Bagnato ai pianisti Antonio Morabito e Alessandro Bagnato, dalla corale di flauti “ Brutium Flute Ensemble” diretto dal M° Valentina marchese, alla soprano Caterina Francese ai gruppi “HDC & Copacabana”. La vera novità di questa edizione sarà rappresentata dallo spazio dedicato “all’incontro con l’autore”; nello specifico le due serate dedicate all’invito alla lettura, con gli autori Saul Ferrara e Antonio Bizzintino, che vedranno anche la partecipazione dell’attore e regista Luciano Pensabene.

Non mancheranno anche momenti più leggeri con l'Han Dance Center ed i Copacabana e la magia del Natale. Il cartellone tende, tra l’altro, a mettere in luce i tanti giovani talenti emergenti del nostro territorio. Ciò proprio attraverso esibizioni che sapranno certamente allietare il pubblico presente.

Cos'è AGimus

E’ bene ricordare che l'A.Gi.Mus. è un'associazione musicale senza scopo di lucro nata a Roma nel 1949 per volere dell'Ente morale della Farnesina, che ha festeggiato nel 2019 il 70° dalla nascita.


PER APPROFONDIRE: Calabria, nasce la sezione dell’Associazione Giovanile Musicale


Il suo statuto è stato approvato dal Ministero della Pubblica Istruzione e riconosciuto da tutti  gli Istituti e Conservatori di Musica italiani. Insomma, il modo migliore per ripartire nel settore che ha certamente sofferto di più per la pandemia. Un settore che vuole offrire alla cittadinanza un ricco programma. Ciò anche grazie alla presenza di grandi professionisti e giovani artisti che faranno certamente godere il pubblico presente, restituendo anche qualche ora di spensieratezza. 

Articoli Correlati

Giudice Viola

Oggi un premio alla memoria per il giudice Viola

Oggi, alle 10, presso l’aula magna del Dipartimento Digies dell’Università Mediterrana si terrà la terza edizione del Premio intitolato alla memoria del prof. Vincenzo Panuccio. Il premio sarà ritirato dal figlio del premiato, il magistrato dott. Piero Viola.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.