Avvenire di Calabria

Il presule, monsignor Francesco Milito ha provveduto ad assegnare nuovi incarichi ad un sacerdote e a due seminaristi del seminario vescovile

Oppido – Palmi, ecco le nuove nomine del vescovo

Le disposizioni del pastore della Chiesa pianigiana entreranno in vigore a partire da mercoledì primo giugno

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Oggi, 31 maggio, 2022, festa della Visitazione della Beata Vergine Maria, il vescovo della diocesi di Oppido - Palmi ha provveduto ad effettuare nuove nomine. Riguardano un sacerdote e alcuni seminaristi.

Il vescovo della diocesi di Oppido - Palmi, monsignor Francesco Milito, ha provveduto ad effettuare nuove nomine. Interessano un sacerdote e due seminaristi.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Don Leonardo Manuli è stato nominato dal vescovo Milito parroco della parrocchia "San Procopio" in San Procopio. Le altre nomine del presule della diocesi di Oppido - Palmi interessano i seminaristi Antonino Napoli e Daniele Dato del seminario vescovile.

Il vescovo ha nominato Antonino Napoli e Daniele Dato animatori nelle parrocchie di Oppido Mamertina, coordinati dal sacerdote, don Giuseppe Papalia; sono stati, inoltre, nominati, collaboratori del sacerdote, don Francesco Muratori, responsabile del servizio diocesano per la pastorale giovanile e collaboratori del sacerdote, don Giovanni Rigoli, direttore del centro diocesano Vocazioni.

Le ultime disposizioni del vescovo di Oppido - Palmi, monsignor Francesco Milito, decorrono da mercoledì primo giugno.


PER APPROFONDIRE: Oppido – Palmi, ecco le ultime nomine del vescovo Milito


 «La nostra preghiera - si legge in una nota della diocesi di Oppido - Palmi - accompagni l’impegno nei nuovi incarichi nella pronta disponibilità ai disegni del Signore sull’esempio della sollecita eccelsa Figlia di Nazareth».

Articoli Correlati

50 anni fa a Riace il ritrovamento dei Bronzi

Era il 16 agosto del 1972 quando al largo delle coste di Riace, in Calabria, dopo una segnalazione del sub Stefano Mariottini, i carabinieri riportavano alla luce due statue uniche al mondo, i Bronzi di Riace.