Avvenire di Calabria

Ufficiliazzati i nomi dei vincitori del concorso promosso da Miur, MetroCity, Società Astronomica Italiana, Planetario Pythagoras e Fondazione con il Sud

Premio Cosmos, ecco i nomi dei vincitori: Licia Troisi e David Spiegelhalter

La cerimonia di consegna si terrà, al netto delle disposizioni per il contenimento della pandemia, il prossimo settembre a Reggio Calabria

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono stati annunciati questa mattina i libri vincitori dell’edizione 2021 del Premio Cosmos per la divulgazione dell’astronomia, della fisica e della matematica.

Il Comitato Scientifico del Premio – composto da 12 scienziati italiani di rilievo internazionale – ha assegnato il Premio Cosmos – Sezione Generale allo statistico David Spiegelhalter dell’Università di Cambridge, autore de L’arte della statistica (Einaudi).

Gli oltre 200 studenti di scuole superiori italiane o di scuole italiane all’estero coinvolti nella Giuria del Premio Cosmos degli Studenti hanno invece assegnato il Premio a La sfrontata bellezza del cosmo di Licia Troisi (Rizzoli), astrofisica all’Università di Roma Tor Vergata e scrittrice fantasy tra le più conosciute a livello internazionale.

Grande soddisfazione per l’andamento di questa edizione del Premio Cosmos è stata espressa dal presidente del Comitato Scientifico del Premio, Gianfranco Bertone (Centro di eccellenza in Fisica Gravitazionale e Astroparticellare-GRAPPA di Amsterdam e founding director dello European Consortium for Astroparticle Physics) che ha sottolineato come «quest’anno il Premio Cosmos – nato tre anni fa come iniziativa volontaria di un gruppo di scienziati italiani di fama internazionale – ha fatto enormi passi in avanti: ne sono testimonianza sia la qualità delle opere n concorso, sia il gran numero di giovani che, grazie all’attività encomiabile dei loro insegnanti, si sono avvicinanti alla scienza e ai suoi protagonisti. Desidero ringraziare tutti i membri del Comitato Scientifico, le istituzioni, i partner e tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di questa iniziativa in un periodo complesso come quello che stiamo vivendo».

In collegamento da Cambridge, David Spiegelhalter, vincitore del Premio Cosmos ha colto l'occasione per commentare la gestione delle informazioni durante la pandemia: «La pandemia ha mostrato come dietro i numeri ci sia una storia: i numeri non parlano da soli, ma siano noi responsabili del significato che diamo loro. In questi mesi ci sono state buone letture dei dati e statistiche usate per creare cattiva informazione: dobbiamo utilizzare il nostro spirito e la nostra consapevolezza critica ogni volta che sentiamo una dichiarazione, che sia del governo, dei media, dei social media: va bene adottare un approccio scettico verso le informazioni, ma che non sia cinico o negazionista. Come "consumatori dell'informazione", dobbiamo far riferimento all'affidabilità del comunicatore: ci sta informando o manipolando? Quali sono le motivazioni che determinano certe affermazioni?» ha concluso Spiegelhalter. 

Durante il suo intervento in digitale, Licia Troisi ha colto l'occasione per affrontare il tema dell'avvicinamento delle giovani studentesse allo studio delle discipline STEM: «Sono tantissimi gli ambiti, nella nostra società, nei quali occorre a intervenire, a partire dalla formazione nella più tenera età: c'è ancora questa idea per cui le cosiddette scienze dure siano una cosa da maschi. Ci sono ragazze, quindi, che hanno la passione per le scienze e vengono scoraggiate da piccole: bisognerebbe spiegare che il genere e il sesso non determinano una carriera. Bisogna poi considerare che il mondo lavorativo della ricerca non è favorevole alla vita delle donne, comporta anche sacrifici per cui spesso decisioni personali vengono posticipate: bisognerebbe quindi iniziare anche a pensare e risolvere i problemi pratici che riguardano la vita delle donne nel mondo della ricerca» conclude l'autrice.  

La cerimonia di consegna del Premio Cosmos – realizzato in sinergia con il Ministero dell’Istruzione, la Città Metropolitana di Reggio Calabria, la Società Astronomica Italiana, il Planetario Pythagoras e la Fondazione con il Sud e con il patrocinio dell’Accademia Nazionale dei Lincei – si svolgerà a settembre a Reggio Calabria. 

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.