Avvenire di Calabria

Il tema della Pace al centro della manifestazione sportiva del Centro sportivo italiano

Ritmica, le ginnaste del Csi impegnate tra sport e solidarietà per l’Ucraina

Arrivano le medaglie per tante ginnaste reggine, qualificate per le finali nazionali di maggio

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ritmica, le ginnaste del Csi impegnate tra sport e solidarietà per l'Ucraina. Il tema della Pace al centro della manifestazione sportiva Csi. Arrivano le medaglie per tante ginnaste reggine, qualificate per le finali nazionali di maggio.

Ritmica, le ginnaste del Csi impegnate tra sport e solidarietà per l'Ucraina

Si è svolto nel weekend appena trascorso presso il PalaColor Csi di Pellaro, il Gran Premio Regionale CSI di ginnastica ritmica, organizzato dal Comitato Regionale Csi Calabria in collaborazione con il Csi Reggio Calabria. La manifestazione era valida per le qualificazioni al Gran Premio Nazionale CSI che si svolgerà dal 9 al 15 Maggio 2022 a Lignano Sabbiadoro (UD). Ponti di Pace, il tema che ha guidato le ginnaste in pedana. Quattro ore intense di esibizioni che hanno emozionato i tantissimi genitori presenti. Un fiume di medaglie per tutti gli atleti, sia per quelli arrivati sul podio nelle singole specialità sia per gli altri partecipanti.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Ottimi piazzamenti, con tante medaglie d’oro, per la società sportiva Restart, in rappresentanza del Comitato di Reggio Calabria. Aver condiviso idee, sogni, poesie, pensieri e disegni è stata la vittoria più bella ed importante della giornata di gare al Palacolor di Pellaro. Un ringraziamento al gruppo scout Reggio Calabria 7 per aver guidato il percorso educativo "No War" realizzando uno splendido ponte che ha consentito alle atlete, mattoncino dopo mattoncino, di costruire insieme, durante la giornata, la strada per arrivare alla pace. Infatti, ogni gara o esibizione, è stata preceduta dalla presentazione del messaggio di pace che ogni atleta ha voluto condividere.

Un Gran Premio che ha visto anche l’esordio, come giudice di gara CSI, dell’ex atleta reggina Francesca Spanti. Una scelta, quella di Francesca, che sta valorizzando tutto il movimento della ritmica Csi Calabrese. La giornata è stata anche caratterizzata dall’esibizione del Maestro Pino Puntorieri che, sotto le note di "Che pace che c'è", ha coinvolto tutti i presenti, lanciando un grande messaggio di speranza e di conforto per i bambini vittime di questa guerra.


PER APPROFONDIRE: I giovani di Papa Francesco giocano coi bambini del Csi Reggio Calabria guerre


Appassionante e significativo il percorso sportivo delle atlete del Corso Special: corso misto di atlete con diverse disabilità (motorie, cognitive e relazionali) e non. Le ragazze hanno regalato momenti di gioia, solcando per la prima volta la pedana. La loro prima gara è stata un insieme di concentrazione, coraggio e determinazione dimostrando a tutti che l'inclusione è possibile e che non esistono limiti che la disabilità non possa superare. Un ringraziamento a tutti i tecnici presenti e ai volontari Csi, protagonisti, ancora una volta, del percorso di servizio avviato da anni dal Comitato di Reggio Calabria.

Articoli Correlati

Savino (Cei) in Moldavia, visita al vescovo di Chisinau

Dopo essere stato ad Odessa, in Ucraina, in rappresentanza della Cei in occasione della tappa della Carovana della Pace, il vescovo Savino è stato in Moldavia: dall’inizio della guerra, qui accolti oltre 400 mila profughi.