Avvenire di Calabria

La denuncia dei sindaci: solo il 10% delle risorse arriverà davvero. Altro che tesoretto da 145 miliardi per il rilancio del Mezzogiorno

Tagliati i fondi del Recovery Fund per il Sud?

Un taglio da capogiro che qualcuno non esita a definire "furto": il Nord contro il Sud col Governo ostaggio della solita "doppia velocità"

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Tagliati i fondi del Recovery Fund per il Sud? La denuncia dei sindaci: solo il 10% delle risorse arriverà davvero. Altro che tesoretto da 145 miliardi per il rilancio del Mezzogiorno. Approfondisci la notizia 👇

Tagliati i fondi del Recovery Fund per il Sud

Un taglio da capogiro che qualcuno non esita a definire "furto". Il Nord contro il Sud col Governo ostaggio della solita "doppia velocità" all'italiana. Arriveranno davvero i 145 miliardi di euro promessi? Sembra che i fondi per il Sud, in realtà, si attestino a soltanto a 13 miliardi.

La protesta dei sindaci

A Roma la rabbia dei sindaci per quella che definiscono la beffa del Pnrr. «Protestiamo due volte. In quanto sindaci e in quanto sindaci del Mezzogiorno, lasciati ancora più soli». I primi cittadini hanno pronto un elenco di richieste puntuali per evitare che i fondi del Pnrr, già quasi dimezzati rispetto ai criteri indicati dall'Unione europea, finiscano in prevalenza al centro-nord. A breve l'incontro col Governo.



Nei giorni scorsi, il sindaco metropolitano di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, aveva invocato maggiore coinvolgimento per le Istituzioni locali. «Il tema fondamentale sul quale dovremmo concentrarci, oltre a quello su come investire i fondi, è relativo a chi quei fondi li dovrà gestire e dovrà dare un indirizzo rispetto al tipo di investimenti da fare», ha aggiunto Falcomatà.

L'incontro con la Carfagna a Reggio

Su questo, certamente, si concentrerà l'incontro con Mara Carfagna. Si terrà nella mattinata venerdì 9 luglio a Reggio Calabria su iniziativa dell’Aem presieduta da Cosimo Inferrera che ha raccolto il suggerimento di area Animi e Svimez per un approfondimento sui vari temi convergenti sull’obiettivo centrale di un progetto di sistema per il Sud. Tanti i politici coinvolti e previsto l'intervento anche del Ministero per il Sud, Carfagna.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.