Avvenire di Calabria

Don Gianluca Longo riceverà l'ordinazione sacerdotale da monsignor Francesco Oliva nella Concattedrale di Gerace

Un nuovo sacerdote per la Chiesa di Locri

Il giovane si è formato presso il seminario "Pio XI" di Reggio Calabria: ha conseguito il Baccelerato appena un mese fa

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un nuovo sacerdote per la Chiesa di Locri. Sarà ordinato, oggi, alle 18.30 nella Concattedrale di Gerace. Si tratta di don Gianluca Longo, 32 anni da poco compiuti e originario della parrocchia di Portigliola.

Un nuovo sacerdote per la Chiesa di Locri

Nella felice ricorrenza del settimo anniversario della sua ordinazione episcopale, monsignor Francesco Oliva ordinerà un nuovo sacerdote, figlio della Chiesa di Locri-Gerace.

Don Gianluca Longo è nato a Locri il 24 giugno 1989. Proviene dalla parrocchia di San Nicola di Bari in Portigliola. La sua vocazione è nata in parrocchia e si è fatta sentire fin da quando era piccolo, anche grazie alla cura del suo parroco, il compianto don Tancredi Laino. A 14 anni è stato inviato dall’allora vescovo di Locri-Gerace, monsignor Giancarlo Maria Bregantini nel Seminario minore di Catanzaro, dove ha frequentato il Liceo Classico. Conseguita la Maturità, decise di interrompere il percorso vocazionale, ma con il passare del tempo la chiamata si è fatta sempre più forte.

Trasferitosi a Roma, dopo qualche esperienza lavorativa, don Gianluca ha intrapreso un percorso di discernimento vocazionale con la Congregazione Salesiana, al termine del quale assunse la decisione di fare ritorno in diocesi. Dal 2014 la sua formazione è stata affidata al seminario diocesano “Pio XI” di Reggio Calabria. Lo scorso mese di giugno ha conseguito il Baccelerato con una tesi su monsignor Michele Arduino, vescovo di Gerace-Locri.

Ha ricevuto l’ordinazione diaconale il 9 gennaio 2021 da monsignor Francesco Oliva, vescovo di Locri-Gerace. Ha svolto tutto il tirocinio pastorale, e poi il ministero diaconale, nella comunità di parrocchie di Benestare - Bovalino Superiore - Pozzo e Biviera guidata da don Rigobert Elangui.

Articoli Correlati

La visita di Morrone all'Hospice: «Basta attese»

La visita di Morrone all’Hospice: «Basta attese»

L’arcivescovo di Reggio Calabria-Bova, monsignor Fortunato Morrone ha visitato l’Hospice “Via delle Stelle”. Il Pastore della Chiesa reggina si è soffermato tra ammalati, parenti e personale sanitario senza stipendio da cinque mesi. Non è mancato il suo appello alle Istituzioni preposte.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.