Avvenire di Calabria

Due episodi distinti nelle notti del 6 e 8 settembre: danneggiate pesantemente le ambulanze dell'associazione di volontariato

Vandalizzate le ambulanze della Croce Rossa a Reggio Calabria

La denuncia della presidente Dattola: «Un atto vile e premeditato da parte di qualcuno che non ha alcun rispetto per la Città»

di Federico Minniti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Vandalizzate le ambulanze della Croce Rossa a Reggio Calabria. Doppio episodio che inquieta: a distanza di 48 ore, due mezzi dei volontari hanno subito dei pesanti danneggiamenti (come dimostrano le foto nell'articolo).

Vandalizzate le ambulanze della Croce Rossa a Reggio Calabria

Cosa può muovere la mano di delinquenti senza scrupoli nel danneggiare gravemente due ambulanze della Croce Rossa a Reggio Calabria? Una domanda a cui gli stessi volontari della Cri stentano a darsi una risposta.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Durante le notti del 6 e 8 settembre sono ben due gli episodi vandalici che hanno colpito i mezzi dell'associazione che opera al servizio dei più fragili. In un caso è stato sfondanto un finestrino, nell'altro un tentativo di incendio immediatamente sedato da alcuni ristoratori i cui locali insistono nelle vicinanze della sede crocerossina.

L'intervento dei Vigili del Fuoco e della Polizia presso la sede della Croce Rossa reggina

La presidente della sezione reggina della Croce Rossa, Daniela Dattola, ha espresso tanta amarezza per l'accaduto. Ovviamente gli episodi saranno denunciati alle Autorità competenti.


PER APPROFONDIRE: Croce rossa, un impegno che va oltre la pandemia


«Un atto vile e premeditato - commenta Dattola - da parte di qualcuno che non ha alcun rispetto per ciò che rappresentiamo per la Città». Dietro le sue parole c'è tanta sofferenza. La Croce Rossa non si è fermata un istante, neanche in piena pandemia, diventando punto di riferimento per le persone sole. Assieme alla Caritas ha collaborato per la distrubuzione - porta a porta - dei beni di prima necessità. Volontari instancabili sempre in moto sulle loro ambulanze.

Gli stessi mezzi che indegnamente sono stati destinatari degli atti vandalici delle ultime notti. «Ieri sera abbiamo dovuto spostare le altre ambulanze per metterle in sicurezza» ha chiosato Dattola. Inoltre, la Croce Rossa non possiede un parcheggio al coperto dove poter parcheggiare in sicurezza. Ma nessuno, fino ad oggi, si era mai preoccupato che la mano dei delinquenti potesse arrivare fino a tanto.

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.