Avvenire di Calabria

Domani 24 marzo sarà celebrata in tutte le parrocchie dell'arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova

Domani la Giornata di preghiera e digiuno per i Missionari martiri

Il Centro missionario, guidato da don Pascal Nyemb, ha proposto una riflessione per le comunità

di Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Domani la Giornata di preghiera e digiuno per i Missionari martiri. Anche a Reggio Calabria sarà celebrata nelle comunità parrocchiali e religiose su invito del Centro missionario dell'arcidiocesi reggina.

La Giornata di preghiera e digiuno in memoria dei Missionari martiri

Il Centro missionario reggino, guidato da don Pascal Nyemb, ha proposto una traccia di riflessione per tutte le comunità dei credenti in riva allo Stretto.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


Il tema dei cristiani perseguitati e, alcune volte, martirizzati per la propria fede è poco dibattuto dalla cultura main stream. Eppure, solo nel 2021, sono stati uccisi undici missionari.

Le persecuzioni sono diffuse in diverse parti dell'emisfero: dal Venezuela al Burkina Faso passando per le Filippine. In Africa, Asia, America Latina ed Europa (c'è un caso in Francia di padre Olivier Maire dei monfortani ucciso a Saint Laurent sur Sèvre) si moltiplicano i casi.

Nell'elenco c'è anche una laica italiana, Nadia de Munari (appartenente all'Operazione Mato Grosso) uccisa il 24 aprile 2021 a Nuevo Chimbote in Perù.


PER APPROFONDIRE: La missione dei padri monfortani alla Chiesa del Rosario di Reggio Calabria


Lo scorso anno sono morti 13 sacerdoti, 3 tra religiosi e religiose e 6 laici. Secondo i dati diffusi dall'Agenzia Fides, negli ultimi quarant'anni (1980-2020) hanno perso la vita in modo violento 1.224 missionari che predicavano il Vangelo.

Un'ecatombe tutt'altro che derubricabile come un problema "risolto" o passato. Riflettere, dibattere e pregare, quindi, sono un dovere per i cristiani di tutte le nazionalità. Il prossimo 24 marzo è un'opportunità quantomai vicina.

Articoli Correlati

Padre Mundjo Benoit riceve la cittadinanza onoraria di San Roberto

Si è spento padre Mundjo Benoit, domani le esequie a San Roberto

Il sacerdote Wilondja Mundjo Benoit, di origini congolesi, ha concluso ieri la sua vita terrena. Era il pastore della comunità di San Roberto (Reggio Calabria) dal 2002. Prima era stato vicario parrocchiale nella parrocchia San Pio X al Santuario di Modena. Si è sempre distinto per i suoi tratti umani e per la sua grande bontà. Era anche punto di riferimento per la comunità congolese a Reggio Calabria.

Scilla e la devozione per San Rocco

La Chiesa celebra oggi San Rocco, tra i santi più illustri del secolo XIV e uno dei più cari a tutta la cristianità. Da quasi sei secoli, la comunità di Scilla, rinnova il suo legame con il Santo Patrono.