avveniredicalabria

Il libro del parroco di Roghudi e Marina di San Lorenzo don Giovanni Zampaglione edito da Città del Sole edizioni

«La mia vita in parrocchia ai tempi del Coronavirus»

Redazione Web

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

«Sono passati esattamente 10 anni» esordisce così il parroco di Roghudi e Marina di San Lorenzo don Giovanni Zampaglione da quando pubblicai assieme alla poetessa Carmen Gullo il libro "L'amore nel cuore" che dedicai a mia madre Aurelia Settembrina scomparsa il 9.02.1996 a seguito di un incidente stradale, e che ebbe tanto successo tanto da aver fatto diverse ristampe. Il 26 maggio 2020 ho consegnato alla stampa un piccolo libretto (intitolato "La mia vita in parrocchia al tempo del Coronavirus”, edito dalla Citta del Sole, ove narro dei diversi momenti di vita "vissuta" assieme alle mie comunità di Roghudi e Marina di San Lorenzo al tempo del Covid-19.

Da quell'8 marzo al 18 maggio - continua il parroco - il lettore potrà rivivere ogni istante e momento descritto in questo libro. Avrei voluto far riferimento a tantissime preghiere o video realizzati in questi mesi grazie anche alla collaborazione del direttore Bruno Taverna di radio Studio 95 ma certamente avrei stancato il lettore. Ho preferito fare delle scelte precise per ogni cosa (Rosario, preghiere, flash mob (religioso e musicale) per richiamare l'attenzione di chi si accosta alla lettura di questo semplice libretto che fa parte di una collana religiosa. La quarantena mi ha dato modo di approfondire tanti rapporti: ho riscoperto il telefono per chiamare le persone e i sacerdoti.  Ho notato in questi due mesi la vicinanza delle mie due comunità di Roghudi e Marina di San Lorenzo, ecco perchè ho voluto dedicare a loro questo semplice libretto, perchè con loro, ho iniziato da giorno 8 marzo fino alla riapertura (18 maggio) un cammino diverso ma fatto di preghiera, di meditazione e di amore verso il prossimo.

I diversi momenti e le diverse proposte (contenute in questo libretto attraverso foto e articoli di giornali online e cartaceo) sono stati molto apprezzati anche a livello nazionale (cfr articolo di Avvenire e Tuttosport) e soprattutto vissute in maniera intensa da ogni dove. Nel ringraziare la casa editrice per aver accettato di pubblicare questo libretto vorrei dire che: la Chiesa da quando è scoppiata questa pandemia è stata sempre in trincea, vicina alla sua gente e vicina a tutti attraverso le Caritas e le Associazioni. Siccome durante la pandemia ho fatto una lotta "personale" a favore dei senzatetto darò parte del contributo del libro a un senzatetto. Ricordiamoci che i poveri sono il nostro passaporto per il Paradiso. L'autore firmerà copie del libro "La mia vita in parrocchia al tempo del Coronavirus" domenica 28 (a Marina di San Lorenzo e Roghudi) e giovedì 2 luglio (a Roghudi).

Articoli Correlati

La parrocchia di Roghudi e Marina di S. Lorenzo celebra l’amore

Nel corso dell’omelia, don Giovanni Zampaglione, si è rivolto ai tanti fidanzati e sposi presenti e a coloro che convoleranno a nozze nel 2021: «L’amore non va sottinteso, va comunicato, espresso con gesti, parole, espressioni d’affetto, di sorrisi»

Area Grecanica, un rosario meditato sulla Pace

A promuoverlo don Giovanni Zampaglione, parroco di Roghudi e Marina di San Lorenzo. Un momento di intensa preghiera che ha visto un’ampia partecipazione da parte dei fedeli intenti a riflettere su uno dei doni più preziosi lasciati da Gesù.

Don Giovanni Zampaglione si racconta nel suo libro-biografia

Il parroco di Marina di San Lorenzo e Roghudi ha rispolverato uno scritto vecchio di 20 anni e posato nel cassetto della sua scrivania. Dentro ci sono gioie e dolori della sua vita. Parte dell’introito sarà devoluto al Seminario arcivescovile.

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.