Avvenire di Calabria

Parliamo di case popolari: la situazione nel quartiere-ghetto di Arghillà nord supera ogni limite

L’impegno delle donne di Arghillà [VIDEO]

Tra i residenti c'è però un gruppo di mamme battagliere che vogliono difendere i propri diritti: mancano le regolarizzazioni per gli abusivi e i bambini costretti a vivere in ambienti malasani

di Federico Minniti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Palma, Angela e Maria Teresa. Tre donne in prima linea per difendere il diritto alla casa ad Arghillà nord. Nei giorni in cui Istituzioni e società civile plaudono all’ennesimo tavolo tecnico sul disagio abitativo nel quartiere-ghetto di Reggio Calabria siamo entrati nelle abitazioni di queste mogli, madri e nonne esasperate per il loro presente e preoccupate per il futuro dei loro figli e nipoti. La situazione è gravissima, una sequenza di emergenze che viene naturale chiedersi: «Ma come fanno a vivere così?». Perché, quello che accade ad Arghillà nord, è lo scheletro nell’armadio di un intera città. Nessuna caccia alle streghe per attribuire responsabilità che - è oggettivo - sono equamente distribuite tra tutti gli attori in campo.

Guarda un breve estratto dell'intervista a Palma:

Guarda un breve estratto dell'intervista ad Angela:

Guarda un breve estratto dell'intervista a Maria Teresa:

Il video-reportage. Se sei interessato all'argomento, non perderti la prima visione del nostro reportage seguendo questo link: https://bit.ly/2TNYQgs

L'approfondimento su carta. Per leggere l'approfondimento sul settimanale in uscita domenica su Avvenire di Calabria segui questo link: https://bit.ly/2QADwtT

Articoli Correlati

This website uses cookies to ensure you get the best experience on our website.